Politici da rimandare tutti a scuola. Bocciati!!

Consuetudine ed i politici improvvisati

 

Ho l'impressione che i politici che ricoprono ruoli in RegioneFriuli Venezia Giulia non sappiano proprio quello che stanno facendo. Si muovono in branco inseguendo ideologie che violano i principi del nostro paese senza ragionare.

                                                                             

 
 
 

http://ilpiccolo.gelocal.it/dettaglio/la-consulta-boccia-il-welfare-%E2%80%9Dpadano%E2%80%9D/3406425       

 

Seguono a ruota, per consuetudine o prassi i politici di Roma che di cazzate, sia la 'destra' che la 'sinistra', ne compiono in nome del Liberismo e della Legalità. Riguardo questo concetto astruso ed inapplicabile di 'legalità' vedi il Sindaco di Monfalcone che così facendo viola i principi del proprio ufficio e dei doveri istituzionali della carica che ricopre.

 

 

http://www.facebook.com/note.php?note_id=195557157123622

 

Non è certamente privando dei servizi di base le persone residenti e meno che si risolve la situazione ma in una politica mirata alla buona gestione dei fondi pubblici e dei costi di gestione; privatizzare i servizi non è una risposta adeguata ma al solito superficiale. Se invece di erogare aiuti a fondo perduto si realizza una politica salariale, fiscale e creare posti di lavoro sul terriotrio il problema  si ridimensiona brevemente ed in un  breve periodo non si presenta.

 



pubblicata da Gilberto Mattei il giorno mercoledì 22 dicembre 2010 alle ore 21.37




 




Vorrei tanto una spiegazione riguardo un semplice fatto: per quale nessuno tra di voi scrive o solleva la questione che lo stato italiano discrimina gli italiani da altre minoranze nel momento in cui visto che la coperta è corta per dare a questi a noi italiani non rimane nulla? Ma non affermate che nessuno viene prima dopo di un'altro e che siamo tutti 'uguali'? continuate a lavorare per continuare ad inserire persone in un sistema socio assistenziale e sanitario che tra tagli e malfunzionamenti vari tra qualche anno sarà ridotto all'osso. Per quale motivo continuate a vedere il 'povero' solo l'extracomunitario mentre nel nostro paese la povertà e l'emarginazione è in costante aumento? Rimane fermo che il principio che sostenete è nobile ma l'applicazione lascia un pò a desiderare. Siete come i 'comunisti' che con la casa agli extracomunitari in un sistema pubblico che non funziona generano razzismo. La discriminante non è per razza ma per classe sociale. E' come quell'associazione di donne che era attiva sull'emancipazione del sesso femminile che non volle collaborare con me inquanto sono uomo. Aha ha ah. L'italia è da ridere!

 

 Però,  dopo una sviolinata iniziale si giunge sempre al punto del 'pero', si elaborano cazzate solemente in superificie senza toccare il nocciolo del problema. Vedi l'Alta Tensione Abitativa a Monfalcone; sono trascorsi dodici anni ed il problema è sempre lo stesso. Cosa significa?  Le isitutuzioni non hanno risolto alcun problema interno ad esse e continuano a spendere fondi pubblici in modo inefficace. Che questi politici sono da rimandare a scuola per imparare a fare il loro 'lavoro'. ormai è scontato. Ma, dopo il 'però' si arriva al 'ma', per quale motivo quando ho segnalato lo stesso problema al Tribunale di Gorizia per le violazioni ai miei diritti sanciti dalla Costituzione  per gli accessi ai Servizi Sociali a Monfalcone non ho avuto alcuna risposta?


https://sites.google.com/site/matteigilberto/chi-sono-i-nuovi-poveri

 

 

 pubblicata da Gilberto Mattei il giorno giovedì 10 febbraio 2011 alle ore 15.57


 


Share |